Accedi al sito
Serve aiuto?

Chi siamo

I Gruppi di Azione Locale (GAL) sono partenariati pubblico privati sul piano locale, costituiti in associazioni con personalità giuridica riconosciuta (artt. 14 – 35 Codice Civile); i GAL attuano le strategie di sviluppo locale previste dalla misura 19 del PSR Lazio 2014-2020 mediante l’elaborazione e l’attuazione dei Piani di Sviluppo Locale (PSL).

Nell’ambito dei GAL, il potere decisionale risiede nel Consiglio di Amministrazione (CdA) composto da un numero massimo di cinque componenti.

Questo approccio ha l’enorme vantaggio di avvicinare i processi decisionali al territorio, valorizzando i veri punti di forza e permettendo una partecipazione ampia e diretta delle comunità locali.



LEADER è l’acronimo di Liaison Entre Actions de Dèveloppement de l`Economie Rurale (collegamento tra azioni di sviluppo dell'economia rurale). 

Nato nel 1989, è stato realizzato come Programma di Iniziativa Comunitaria nei periodi 1989-1993 (Leader I), 1994-1999 (Leader II), 2000-2006 (Leader +) e 2007-2013 (Asse IV).

Oggi trova attuazione nella misura 19 del PSR Lazio 2014-2020, il cui bando è finalizzato a selezionare Piani di Sviluppo Locale predisposti e presentati dai Gruppi di Azione Locale; questi ultimi sono l'espressione di partenariati pubblico-privati che operano secondo l’approccio Leader.

Lo sviluppo locale Leader è:

  • concentrato su territori subregionali specifici, classificati come aree rurali C e D più le aree B incluse in piani di sviluppo locale finanziati nell’ambito della precedente programmazione Leader 2007/2013, con popolazione non inferiore a 10.000 abitanti né superiore a 150.000 abitanti, comprendente integralmente i territori di più Comuni contigui che partecipano in qualità di soci al Gruppo di Azione Locale (GAL);
  • gestito da gruppi d'azione locali (GAL) composti da rappresentanti degli interessi socioeconomici locali sia pubblici che privati nei quali, a livello decisionale (Consiglio di Amministrazione composto da massimo cinque componenti), né l’insieme dei soggetti pubblici né alcun singolo gruppo di interesse privato rappresentano più del 49 % degli aventi diritto al voto;
  • attuato attraverso strategie territoriali di sviluppo locale integrate e multisettoriali, intese come un insieme coerente di operazioni rispondenti a obiettivi e bisogni locali che contribuiscono alla realizzazione della strategia dell'Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva e concepito ed eseguito da un gruppo di azione locale (GAL) attraverso un Piano di Sviluppo Locale (PSL);
  • concepito tenendo conto dei bisogni e delle potenzialità locali e comprendente elementi innovativi nel contesto locale, attività di creazione di reti e, se del caso, di cooperazione.